IlBuonEssere.it

Il portale per la vostra salute quotidiana

Effetti a breve termine del fumo

Una gran parte dei fumatori adolescenti e adulti sono del parere che essi sopportano senza effetti nocivi il fumo fino al più tardi nella vita. Il loro pensiero si basa sul fatto che i tumori, malattie cardiache e ictus causati dal fumo di solito non avvengono immediatamente dopo aver fumato una sigaretta. Nonostante questo sia vero, ci sono un certo numero di malattie e condizioni mediche che possono accadere immediatamente dopo che una persona inizia a fumare. Il cervello, l’apparato respiratorio, immunitario, gastrointestinale, metabolico e cardiovascolare cominciano ad essere colpiti dopo un minuto da quando si inizia a fumare e la maggior parte di questi effetti sono irreversibili.

Dipendenza Veloce

Si ritiene che la dipendenza può avvenire solo se una persona fuma regolarmente per un considerevole periodo di tempo. Questo, tuttavia, non è il caso. La dipendenza si può sviluppare abbastanza rapidamente nei bambini che iniziano a fumare sigarette in giovane età. Si sta per iniziare a sentire il desiderio associato al fumo di sigaretta, se si continua per più di una settimana. Troverete questa abitudine molto difficile da smettere e si potrebbe cominciare ad avere una voglia di fumare più di una sigaretta entro pochi giorni dall’inizio.

Effetti sul cervello

  • Aumento dello stress

La maggior parte dei fumatori citano il rilassamento e il relax come il motivo principale per il fumo. Questa è un’altra delle idee sbagliate che le persone hanno di fumare in quanto non allevia lo stress. Al contrario, il fumo aumenta solo i livelli di stress di una persona. La sensazione di relax che è vissuta da un fumatore quando si fuma una sigaretta è solo un’illusione.

  • Altera la chimica del cervello

L’alterazione della chimica del cervello è tra gli effetti a breve termine del fumo. Quello che succede è che i recettori della dopamina del cervello responsabile per dare una persona una sensazione di felicità cominciano a morire a causa del fumo. La diminuzione di questi recettori altera la chimica del cervello del fumatore e lo lascia con un desiderio di sigarette per sentirsi felice e contento.

Effetti sul sistema respiratorio

  • Irritazione delle vie respiratorie

Il fumo è destinato a rendere le vie aeree di una persona irritabili. Questa condizione che è nota anche come broncospasmo rende difficile per la persona a respirare ossigeno restringendo le vie aeree presenti nei polmoni. Il fumatore con questa condizione inizia ad ansimare quando si cerca di respirare, come una persona che soffre di asma.

  • Tosse persistente

Il fumo provoca la paralisi dei capelli presente nei polmoni conosciuti come le ciglia. Questi peli sono responsabili per la compensazione nei polmoni degli agenti nocivi o sostanze che trovano la loro strada per i polmoni durante il processo di respirazione. Con questi capelli paralizzati, i fumatori devono tossire per rimuovere i prodotti nocivi che sono stati inalati sotto forma di fumo di tabacco. Questo è il motivo per cui i fumatori hanno tosse continuamente dal giorno che fumano la loro prima sigaretta.

Danneggiamento del sistema cardiovascolare

  • Restringe i vasi sanguigni

Il fumo è ritenuto responsabile per diminuire il contenuto di ossido nitrico nel corpo che provoca la costrizione dei vasi sanguigni come uno degli effetti a breve termine del fumo. Questa condizione, che è anche conosciuta come vasocostrizione lascia il fumatore vulnerabile a ictus e infarto, soprattutto se si soffre di anemia falciforme o è un paziente di aterosclerosi.

  • Aumento della frequenza cardiaca

Quando una persona inizia a fumare, il suo cuore comincia a pompare sangue più velocemente di quanto si suppone. Ciò accade perché la nicotina presente nelle sigarette stimola il cuore a lavorare di più del solito. Questo è il motivo per cui i fumatori hanno generalmente una frequenza cardiaca elevata rispetto ai non fumatori. Con il cuore viene chiesto di lavorare di più di quanto non sia in grado di lavorare, le probabilità di un attacco di cuore o ictus in anticipo sono in aumento considerevolmente.

  • Aumento della pressione sanguigna

Poiché la frequenza cardiaca di un fumatore è più elevata rispetto ai non fumatori, è logico che la loro pressione sanguigna è superiore al normale pure. La pressione sanguigna è principalmente una misura della pressione sostenuta dai vasi sanguigni durante le fasi di contrazione e rilassamento del cuore. I cuori dei fumatori devono lavorare duro e pompare il sangue più velocemente che si traduce in loro ad avere una pressione sanguigna più alta.

Effetti sul sistema digestivo

  • Bruciore di stomaco e reflusso acido

I fumatori hanno probabilità di sviluppare la malattia da reflusso gastroesofageo (Disturbo da reflusso gastroesofageo) quasi istantaneamente quando iniziano a fumare sigarette. I sintomi di questa malattia comprendono bruciore di stomaco e reflusso acido che sono causati perché il sistema digestivo del fumatore diventa incapace di secernere una base abbastanza forte per neutralizzare gli acidi che si formano nello stomaco. Gli acidi che non sono neutralizzati cominciano ad irritare le pareti dello stomaco causando pirosi.

  • Ulcera peptica

Un fumatore è destinato a sviluppare ulcere peptiche nello stomaco, nell’intestino tenue e nell’esofago a causa della presenza di acido supplementare non completamente neutralizzato.

  • Problemi orali e dentali

Il fumo è un male per i denti pure. I batteri che entrano nella bocca come parte del fumo di sigaretta sono estremamente dannosi per i denti e accelerano il processo di carie e persino provocano ingiallimento di denti.

  • Alito cattivo

Le persone che inizino a fumare in giovane età sviluppano alito cattivo entro le prime volte che fumano una sigaretta.

Effetti sul sistema immunitario

  • Sinusite

Sinusite, il nome dato alla infiammazione del sinusale, è un altro degli effetti a breve termine del fumo. Quando una persona inizia a fumare, gli spazi nel cranio noti come sinusale diventano infiammati a causa della paralisi dei peli presenti in essi. Questi peli sinusali che hanno la stessa funzione di quella delle ciglia presenti nei polmoni non sono in grado di rimuovere il muco ed altre sostanze nocive dal sinusale perché il fumo di sigaretta li paralizza e smette di funzionare correttamente.

  • Polmonite

Il fumo può causare la polmonite che è un’infiammazione dei rivestimenti dei polmoni. Essa si traduce in un accumulo di liquido nei polmoni, una persistente tosse e difficoltà di respirazione. L’accumulo di fluido può favorire la crescita di batteri, abbattendo l’immunità dei fumatori.

Danni sui bambini e neonati

Il fumo che accompagna di solito il fumo di sigaretta può avere conseguenze estremamente negative per neonati e bambini. Questo fumo trasporta batteri e germi che possono causare malattie pericolose per la vita, perché il fumo passivo provoca tanto male ai bambini in età così vulnerabile.

Altri effetti

Un fumatore è anche suscettibile di una serie di altri effetti che possono iniziare a verificarsi appena inizia a fumare. Questi effetti sono più suscettibili e possono includere sensazione di vertigine, un rapido aumento della temperatura cutanea delle mani e dei piedi, frequenti tremori alle mani, una diminuzione del flusso e fornitura di sangue e ossigeno nel corpo e la deposizione di sostanze nocive come il colesterolo e grassi nelle arterie e le vene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

IlBuonEssere.it © 2017 Contatti |Privacy | Cookie